Come usare Schema.org per un e-commerce, e perché è importante

Come usare Schema.org per un e-commerce, e perché è importante

I markup previsti da Schema.org sono una delle più interessanti evoluzioni della SEO, e tutti i webmaster, in ogni settore, dovrebbero integrarli all’interno dei loro siti. Questa tipologia di markup assume un’importanza particolare per gli e-commerce, perché permettono di offrire agli spider dei motori di ricerca delle informazioni quanto mai granulari e dettagliate sui prodotti che vengono venduti, fornendo al tempo stesso all’utente un colpo d’occhio unico sulle informazioni basilari dell’oggetto che sta cercando.

Schema.org e informazioni sui prodotti

I markup di Schema possono essere usati, come prima cosa, per fornire indicazioni specifiche sulle caratteristiche di un prodotto (tra parentesi e in corsivo indichiamo i markup corrispondenti):

  • Informazioni fisiche su un prodotto, come colore, peso, dimensioni (color, weight, height, depth, …);
  • Relazioni tra i prodotti, per indicare se un dato oggetto possa essere, ad esempio, una parte di un qualcosa di più grande e complesso, oppure un oggetto simile a qualcos altro che si vende (isConsumableFor, isRelatedTo, isSimilarTo, …);
  • Indicazioni sul numero unico del prodotto, come ad esempio lo SKU, acronimo di Store Keeping Unit (gtin 14, gtin13, gtin8, mpn, sku);
  • Disponibilità del prodotto (InStock);
  • Prezzo del prodotto e valuta (price, priceCurrency), fondamentali per quei negozi virtuali che si rivolgono anche all’estero, in paesi la cui valuta è differente dall’euro.

Condizioni di vendita, offerte e garanzie

Con i markup di Schema è possibile anche indicare particolari condizioni di vendita come gli sconti, oltre che segnalare se ci sono delle garanzie a copertura dell’oggetto:

  • Disponibilità di vendita, ovvero se si può acquistare l’oggetto solo in alcune parti del paese, se è prevista la spedizione nazionale o internazionale e così via (acceptedPaymentMethod, elibigleQuantity, eligibleRegion, …);
  • Eventuali sconti a disposizione, con indicazione della data di inizio e fine del prezzo ribassato (availabilityEnds, availabilityStarts, …);
  • Garanzie offerte, con indicazioni della durata e eventuali coperture particolari che devono essere previste (WarrantyPromise, …)

Informazioni sul negozio fisico

Schema.org risulta particolarmente utile quando si tratta anche di fornire informazioni su un negozio fisico:

  • Orario di apertura e chiusura, con possibilità di indicare anche un eventuale giorno della settimana di riposo (OpeningHoursSpecification, …)

Rating e voti

E’ probabilmente uno dei markup più importanti soprattutto perché alcune volte Google inserisce le stelline dei voti direttamente dalla SERP, una condizione che permette di aumentare il CTR del proprio sito tra i risultati di ricerca: in poche parole significa che si riceveranno più click (AggregateRating, ratingValue, reviewCount, bestRating, worstRating,…)

Markup specifici per tipologia di prodotto che si vende

Quelli che abbiamo indicato in precedenza sono i markup che possono usare tutti i siti web e-commerce in generale in quanto sono abbastanza generici da poter essere applicati, ad esempio, ai libri, ai vestiti e così via.

Ci sono, invece, dei markup più specifici che vanno bene per una precisa categoria merceologica, come ad esempio l’author e il datePublished.

Vantaggi di usare schema.org per gli eCommerce

Abbiamo detto, in apertura, che i markup di schema.org hanno grandi vantaggi per i siti web, ma quali sono tali punti di forza?

Partiamo dal concetto base che sta dietro ai markup: essi permettono ai motori di ricerca di capire il significato di un’informazione, non solo il testo della stessa. Prendiamo ad esempio il prezzo, con il markup giusto gli spider capiscono che quei numeri rappresentano il costo del prodotto (informazione importante, tant’è che viene poi mostrata in SERP) e non un numero dal qualunque possibile significato.

I markup permettono dunque di dare delle informazioni in maniera più diretta, in un linguaggio tale che anche i motori di ricerca sono in grado di capire e, di conseguenza, elaborare anche in SERP.

Oltre a questo, anche dal punto di vista dell’utente hanno certi vantaggi non di poco conto quando si possono vedere i cosiddetti rich snippet direttamente in SERP.

Prendiamo ad esempio i risultati della ricerca “Nikon Coolpix P300”, vediamo come il primo dei due siti nell’immagine ha le stelle in SERP, la valutazione e il numero di voti, il secondo invece no. Se vi trovaste di fronte a questi due risultati in SERP, quale clicchereste in maniera maggiormente frequente? Quale dei due “richiamerebbe” la freccetta del vostro mouse? Immaginiamo che la maggior parte di voi sceglierebbe il primo.

snippet1

A seconda delle query di ricerca effettuate, i siti nelle SERP di Google potrebbero mostrare anche il prezzo del prodotto in questione e l’indicazione di disponibilità, altri due snippet che hanno la finalità di far aumentare il CTR di quel determinato risultato.

ebaysnippet

Insomma, usare gli snippet di schema.org per il proprio e-commerce permette di aumentare il numero di informazioni che si possono usare per descrivere la propria pagina, il proprio prodotto, e di conseguenza avere dei risultati di ricerca più utili ed intuitivi.

Schema.org migliora il posizionamento?

Gli snippet di schema.org non sono dei fattori che influenzano il posizionamento, lo ha confermato anche Matt Cutts qualche tempo fa.

[youtube id=”OolDzztYwtQ” width=”620″ height=”360″]

Considerando, però, che si tratta di uno strumento con il quale è possibile avere dei risultati di ricerca più belli, più completi e più attraenti, e aumentare di conseguenza il CTR in SERP, ecco come si tratta di uno strumento da non sottovalutare nel proprio “arsenale di web marketer”.

Come verificare la corretta informazione degli snippet schema.org

Come per tante cose che riguardano il nostro sito, anche relativamente agli snippet è possibile usare il Search Console di Google. Basta andare su “Aspetto nella ricerca” e cliccare poi su “Dati strutturati” per avere un colpo d’occhio degli snippet inseriti nelle proprie pagine web e trovare eventuali errori da correggere.

schema

Di ogni tipologie di snippet viene fornita una lista completa delle pagine dove è “installato”, con indicazione della data dell’ultimo rilevamento, numero di elementi e eventuali elementi con errori.

Snippet schema.org e e-commerce, le conclusioni

Abbiamo affrontato in questo articolo un approfondimento relativamente agli snippet di schema.org applicati ad un e-commerce. Il concetto di base è che si tratta di un’evoluzione, che l’abbiamo definita in apertura, che riteniamo molto importante ai fini SEO. Anche se non influisce direttamente sul ranking, è in grado di fornire informazioni chiare e dettagliate ai motori di ricerca, nel loro linguaggio, togliendo ogni spazio possibile alle interpretazioni errate.

Nonostante l’importanza che riveste, ad oggi sono ancora una minima percentuale coloro che li usano, per cui riteniamo utile non farsi sfuggire questa occasione e differenziarsi, agli occhi di Google ma non solo, da altri siti concorrenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *